giovedì 13 luglio 2017

Vincenzo e Daniele

RICORDO CHE LE POESIE PUBBLICATE SOTTO QUESTA ETICHETTA SONO DI ESCLUSIVA PROPRIETÀ DEGLI AUTORI. 
IO LE POSTO DIETRO LORO AUTORIZZAZIONE.
L'USO NE È VIETATO SENZA IL LORO BENEPLACITO.


Questa volta raggruppo due miei post.

Il primo, VENERDÌ DI POESIA DELL'8 LUGLIO per la  community  AMAMIPIÙCHEMAI 
 aveva come hashtag          #DallaFinestraSulRetro 

Nei commenti i nostri amici poeti hanno aggiunto queste loro poesie

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA® e QUI

WORLDWATCHING

Dalla finestra sul retro
Vedo le vostre nefandezze
Vedo le vostre tendine bianche tirate
Zerbini perfettamente lavati.
Ed i vostri luridi peccati.

Vedo genitori pedofili
Toccare figlie innocenti
Osservo povertà rimestare
Dentro cassonetti della spazzatura
Avverto folate d'aria chimica
Trasportate dal vento.

Dalla finestra sul retro
Osservo le nefandezze del mondo
E provo a sconfiggerle

A sconfiggerle urlando il mio sdegno
Dalla porta principale.

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®


VINCENZO IACOPONI MALAVISI


DALLA FINESTRA SUL RETRO

Dalla finestra sul retro
ho visto un uomo sgozzare una donna
dopo averla violentata.

Dalla finestra sul retro
ho visto l'uomo fuggire a piedi,
ho visto gli ultimi sussulti
della vittima.
Allora ho telefonato alla polizia
ma senza dire il mio nome
e il mio indirizzo,
completamente anonimo.

Se pensate che sono un vigliacco
avrete magari ragione,
ma io sono un italiano verace:
bado alla mia pelle
più che alla verità, più che
alla giustizia.

Io quell'uomo lo conosco
e lui conosce me
io non rischio la mia gola
per fare giustizia.

 

Il secondo POST  invece LA POESIA DEL WEEKEND DEL 7/8/9 LUGLIO per la community L'ARTEDELLAPOESIA
 
l'hashtag era             #attesa


Attesa di una donna che non passa più
per la mia strada,
attesa di un figlio incoerente
che non telefona, non chiama, non visita
come faceva quando era ancora un ragazzo.

Attesa che una persona,
proprio quella,
se ne vada da casa mia,
si trovi un altro
e porti il suo culo nell'altrui nido.

Attesa che il tempo passi
e si porti via tutte le cose schifose
che un a#tro tempo da tanto già via
ha lasciato a lui in eredità.

Attesa che i morti continuino
a dormire, ma che i vivi si sveglino
e facciano quello che noi
oramai non siamo più in gradi di fare.

Attesa che quest'afa finisca
e che arrivi l'inverno
onde noi si possa tranquillamente
iniziare
a lamentarci del tempaccio cattivo.

VINCENZO IACOPONI MALAVISI

6 commenti:

  1. Semre onore ai poeti che conoscono l'altra metà del cielo fatto di carta e penna, quella dove noi romanzieri non ci addentriamo :-)
    Bellissime davvero queste poesie.
    Baci, Franny

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ognuno predilige qualcosa di particolare. C'è chi scrive poesie, chi saggi, chi romanzi, chi non è interessato alla scrittura ma dipinge, scolpisce....
      Per fortuna non siamo tutti uguali. Sai che noia altrimenti?
      Bacio!

      Elimina
  2. Cara Patrizia, credo che tutti siano consapevoli che le belle poesie che pubblichi sono tutte esclusive e proprietà degli autori, però fai bene a rammentarlo!!!
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    ​To​maso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In teoria dovrebbe essere così Tomaso carissimo, però ricordarlo non fa mai male. :)
      Mi è venuto in mente qualche giorno fa e così ho pensato di preparare una piccolissima prefazione perchè eventuali furbetti non possano dire nulla se...
      Io spero che non ce ne sia bisogno. Vincenzo, Daniele, Ofelia, Mariella Sciarada e quanti altri vogliono collaborare sono i benvenuti senza ombra di dubbio però non vorrei che a causa di questa collaborazione potessero avere gratacapi o per lo meno malumori.
      Bacio gioia!

      Elimina
  3. Grazie, sempre un onore essere postato qui :-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prego! Per me è un vero piacere avere lettori e collaboratori così :)

      Elimina